Salone del libro: presentato il “premio Tropea”

da www.strill.it

Domenica 16 Maggio 2010 10:31
 di Josephine Condemi – “Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi o, come gli ambiziosi, per istruirvi. Leggete per  vivere.” Questa citazione di Flaubert è il motto del Premio Tropea, (16-17-18 luglio), giunto già alla quarta edizione e presentato al Salone Internazionale del Libro di Torino presso lo stand della Regione Calabria.

Una presentazione speciale, questa dell’edizione 2010, che ha visto la partecipazione del neo-assessore alla Cultura della Regione Piemonte, Michele Coppola, dell’assessore al comune di Torino, Fiorenzo Alfieri, del Presidente della “Fondazione per il libro, la musica e la cultura” Rolando Picchioni.

Coppola ha sottolineato “gli infiniti punti di contatto tra la mia e la vostra regione, che testimoniano la ricchezza e la vivacità culturale del nostro paese”; Alfieri si è congratulato per “la formula originale, in controtendenza, del Premio”; Picchioni ha suggerito, data la sua esperienza come organizzatore della Fiera del Libro, “di agire in modo tale dar sì che il vincitore del Premio lo ritiri e poi si adoperi per una settimana, 15 giorni a lavorare nel territorio, promuovendo incontri e iniziative”. Ha inoltre ringraziato “la regione Calabria che ha fortemente voluto che la Fiera del Libro si svolgesse a Torino anziché a Milano”.

Hanno partecipato alla presentazione del Premio anche il neoassessore Mario Caligiuri, che ha evidenziato come “il Premio Tropea è una di quelle eccellenze che dobbiamo continuare a promuovere, perché, come dice il mio amico Sgarbi, ‘la cultura non è di destra né di sinistra ma in alto’”.

Il Premio Tropea è un premio letterario Nazionale che, ricordiamo, in una prima fase vede una giuria tecnico-scientifica votare pubblicamente una terna di titoli che successivamente verranno esaminati da tutti i 409 sindaci dei comuni calabresi, chiamati ad esprimere un giudizio nella serata finale insieme a studenti e rappresentanti del “lettore comune”.

Presidente del Premio, il giornalista Rai Pasquale Pandullo, che ha moderato la presentazione qui a Torino ed annunciato pubblicamente i finalisti di quest’anno: “Scintille” di Gad Lerner (Feltrinelli), “Il silenzio dei chiostri” di Alicia Jimenez Bartlett (Sellerio), “La sinfonia del tempo breve” (Salani) di Mattia Signorini.

E’ inoltre intervenuta la coordinatrice del Premio, Maria Faragò : “ queste tre serate metteranno in comunicazione gli scrittori con i lettori calabresi, e non è così ovvio. Quest’anno poi, sarà un Premio più che mai  ‘glocal’, con una scrittrice internazionale come la Jimenez Bartlett che dialogherà con le nostre realtà nazionali e regionali”.

Il vero scoop del pomeriggio però lo ha procurato il neo-sindaco di Tropea, Adolfo Repice, che ha ufficialmente chiesto a Fiorenzo Alfieri di poter ospitare Luciana Littizzetto al Premio, ricevendo un “ci proverò” molto incoraggiante, tanto da fargli affermare “Se dice che ci prova, allora ci riuscirà”.

Vedremo la Lucianina nazionale in bikini a Tropea? Lo speriamo, e la aspettiamo.

Annunci

One thought on “Salone del libro: presentato il “premio Tropea”

  1. Pingback: Reggio-Torino e ritorno: la direzione di uno sguardo « Sguardi e prospettive

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...