La periferia è uno stato mentale….

Ieri si è svolto l’incontro “La drammaturgia meridionale contemporanea: un esempio di teatro civile” al Rhegium Julii; ospite il prof. Dario Tomasello…

Ebbene, durante quest’incontro è tornata in auge espressamente (anche perchè ho avuto occasione di condividere queste mie riflessioni con i presenti), una delle mie frasi preferite, “La periferia è uno stato mentale”…

Come ha sottolineato il prof., “Castrovillari, nel periodo della rassegna ‘Primavera dei Teatri’, diventa più centro di cultura teatrale di Milano, perchè tutti i maggiori critici si riversano lì, anche se Castrovillari non è che sia il posto più raggiungibile del mondo”…

Tanto per fare un esempio.  Nonostante la miopia delle istituzioni locali, che lasciano spessissimo alla buona volontà e ai sacrifici di pochi votati alla causa  gli oneri e le spese dell’organizzazione, qualcosa si muove.

Ora che “il baricentro del teatro italiano si è spostato a Sud”…dove sta l’inghippo? Nella comunicazione, ovviamente, nel silenzio assordante che accompagna tutto quanto c’è di buono da Napoli in giù.

L’Italia è “vivaddio, policentrica, ogni città ha le proprie caratteristiche, la propria storia culturale e questa è la vera ricchezza del nostro paese”…

La periferia è sempre luogo di frontiera, crocevia dove diventa possibile sperimentare, e lo Stretto diventa frontiera al quadrato con il mare che dividendo crea automaticamente la necessità di creare ponti.

Che la periferia diventi centro, dipende solo da noi.

Annunci

One thought on “La periferia è uno stato mentale….

  1. Pingback: Creare da Sud/2 …dal blog di Pino Aprile… « Sguardi e prospettive

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...