Marco Lillo a Tabularasa:”cosa deve succedere perchè i giornali si accorgano della Calabria?”

Marco Lillo è intervenuto il 21 luglio nella seconda sessione di Tabularasa, presentando il recentissimo documentario “Sotto scacco”, sulle bombe di mafia del 93. Ecco alcuni frammenti dei suoi interventi nel corso del dibattito.

“Tutti ricordano ancora a ‘L’espresso‘, le mie litigate per piazzare un pezzo sulla Calabria: qui qualunque cosa è normale, non fa mai notizia. Dall’informazione nazionale questa terra viene data per persa. Ma cosa deve succedere perchè i giornali si accorgano della Calabria?”

“Spesso mi sono domandato: ma gli italiani sanno e vogliono che la loro classe politica sia così, che il paese vada in questa direzione, o no? Rassegne come questa, esperienze come ‘Chiarelettere’ e ‘Il Fatto‘ dimostrano che le risposte del pubblico sono positive, che la risposta è decisamente migliore di quello che ci vogliono far credere.”

“Se, per assurdo, al posto dei direttori attuali dei telegiornali italiani, mettessimo non giornalisti di sinistra, ma giornalisti conservatori, di destra, ma stranieri, dall’estero, io credo che in 3 mesi l’intera classe politica del nostro Paese verrebbe smantellata”.

“Dobbiamo molto a quei colleghi che scrivono in realtà difficili e poi incontrano i soggetti di cui hanno scritto. Una cosa è scrivere da fuori, una cosa è scrivere da qui.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...