Una fotografia dell’Italia? Alla posta!

Stamattina mi sono trovata in fila alla posta. Dovevo pagare un semplice bollettino. Preso il numerino magico,  mi sono messa in coda. E ho cominciato a guardarmi intorno.

Tutti in fila. Molti anziani (uno leggeva un quotidiano, ma sportivo) che attendevano la pensione. Una mamma con una bambina in una culletta. Un manager parlava al cellulare, molto alterato.  Una ragazza grattava nervosamente un biglietto sperando di vincere. Due signore nell’anticamera commentavano su quanto sia difficile posteggiare oggi. Un gruppo di immigrati comunicava un po’ in indiano un po’ in italiano.

Ma i numeri scorrevano a rilento. Tanti infatti aggiravano l’ostacolo della fila riuscendo a far passare le loro esigenze “dall’altra parte dello sportello”.  Qualcuno ha provato a protestare.

Aspettavamo, tutti (quasi) in fila. Uno sportello gestito da una signora andava particolarmente a rilento. “Ma non chiama? Ma perchè fa sempre così?” commentavano gli habitué.

Alla fine, arriva il mio turno (verrebbe da dire, il mio momento). Capito proprio allo sportello della signora. Che si sta lamentando con un suo collega: “Lo vedi? lo vedi? tutti gli altri sono fermi. Solo io sto chiamando”.

Per avere una fotografia del posto in cui si vive, a volte, basta andare alla posta.

Annunci

One thought on “Una fotografia dell’Italia? Alla posta!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...