Aspettando Umberto Eco tra la folla: educazione alla legalità

“I biglietti per Eco sono finiti?” “Sì, provi ad andare, tenti la fortuna” “Grazie”.

E tentiamo, allora, ma con poca convinzione. Infatti, fuori dalla sala Oval dove è previsto l’intervento (anzi, la lectio magistralis) di Eco, è già un delirio.

Oddio, nessuno che si strappi i capelli come ai concerti dei Beatles, ma si respira aria da evento importante, in cui dire “io c’ero” è fondamentale.

Comunque, c’è ressa fuori dalle transenne. Una ragazza più o meno ventenne affianca la security.

-“Scusi, potrebbe farmi entrare? sono dell’ufficio stampa della casa editrice X”

-“No, guardi, mi dispiace, non si può. Abbiamo disposizioni per motivi di sicurezza di non fare stare gente in piedi, se non ha il biglietto non si può”

-“Ma non è possibile, è la prima volta che mi succede”

-“Ho capito, ma le ripeto che non si può”

E così via. Il tizio però insiste, finchè la ragazza sbotta “Ma perchè voi giornalisti dovete essere così arroganti? Non si può entrare” “Ma noi dobbiamo lavorare” “Ma anche io sto lavorando”. A questo punto, uno della security allontana la ragazza, visibilmente agitata. Un ragazzo più grande si avvicina al giornalista e in maniera più pacata spiega lo stesso concetto. Nel frattempo un altro giornalista vuole entrare. E lo chiede alla stessa ragazza. Stessa storia. “Non posso entrare? allora chiamo X!” “Lo chiami, chiami chi vuole, tanto se non prima entra chi ha il biglietto la conferenza non inizia, quindi lei non perde niente, può fare il pezzo comunque e tutto va bene. Ma perchè voi giornalisti pensate di essere superiori agli altri? siete uguali a tutti gli altri. U-G-U-A-L-I”. Il tipo della security la prende di nuovo e pacatamente le dice: “ti avevo detto di stare calma” “Ma lo vedi, mi chiedono loro!”.

Alla fine, tutti i giornalisti entrano e la ragazza, frustrata, scompare dalla nostra vista. Almeno lei, potrà (forse) seguire l’incontro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...