Linearità e complessità. Il problema delle storie

“Ma vedere lucidamente non significa vedere univocamente: viceversa, sono le  realtà contraffatte quelle che tendono a essere lineari e univoche. Un  terrorista è questo. Un immigrato è questo. I sostenitori della  dimostrazione empirica hanno il dovere di tentare di complicare il  racconto: di rappresentare il mondo in tutta la sua incredibile varietà.”

Questa è Zadie Smith, estratto da Repubblica e ripreso dal blog della Lipperini… (l’articolo integrale lo trovate qui)

Il problema della semplificazione delle storie, trasversale al giornalismo, alla letteratura, al cinema, al teatro…La necessità di uscire dalla logica binaria…

Strada in salita, ovviamente, ma perchè non provarci?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...