Chi ha spento lo scandalo? Grignetti, Monteleone, Badolati e Baldessarro a Tabularasa

da www.strill.it

di Josephine Condemi– “Il caso Montesi ha fatto scoprire all’Italia del dopoguerra l’esistenza di un potere fino ad allora sempre edulcorato. E’ un caso che racconta il malcostume italiano e alcune figure del teatrino nazionale, dando il là al circuito mediatico-giudiziario che dura tutt’oggi.”

Francesco Grignetti è a Tabularasa, per parlare del primo grande scandalo dell’Italia post-ricostruzione, in quegli anni ’50 “molto lontani da noi. Perché gli italiani apparivano disorientati  dallo scandalo? Perché era uno squarcio del dietro le quinte, da cui tutti però speravano di emendarsi e andare avanti. Lo scandalo ha una carica eversiva, deve servire a fare tabularasa  e ripartire. Oggi nessuno pensa che scovato un corrotto le istituzioni siano pulite e ci si possa fidare e affidare. Il caso Montesi è durato 4 anni, oggi durerebbe una settimana. Forse non ci scandalizziamo più.”

O-sceno. Fuori dalla scena, per quell’etimologia tanto falsa quanto suggestiva di Carmelo Bene. Il “dietro le quinte” è osceno, ma che succede quando palco e retropalco si confondono? Quando non c’è più sipario? Che ruolo ha lo scandalo?

“Oltre al caso Montesi, in seguito c’è stato lo scandalo Lockheed, lo scandalo P2, ma non mi sembra che questi scandali siano serviti ad evitare che si ripetessero episodi simili, quindi non mi pare ci sia stata una carica eversiva in questo senso. Niente di nuovo sotto il sole, oggi abbiamo più coscienza perché in ogni momento possiamo informarci ” ha sottolineato Arcangelo Badolati, con Antonino Monteleone vincitore della seconda edizione del premio “Strilla e rischia”.

Proprio Monteleone ha evidenziato : “mi chiedo perché non riusciamo a dare voce a chi si è stufato, a chi vuole indignarsi e si indigna…Nella società si sono diffusi dei virus: il virus dell’ ‘embè?’, il virus del ‘ma tanto lo fanno tutti’, il virus del ‘ma c’è chi ha fatto peggio o non ha fatto’. Lo scandalo vero è accettare che chi governa, amministra, racconta è sempre migliore di quelli che verranno, destinati ad essere peggiori. Questa tendenza al male minore, al meno peggio, c’è in tutti i settori”.

“Il mestiere del giornalista è inutile? Qualunque cosa raccontiamo, la società non reagisce più, è un problema culturale”: così Giuseppe Baldessarro, premiato della prima edizione.

Forse si spiega, come ha affermato Grignetti, con “la paura del futuro, che porta in sé la paura di morire, la paura di invecchiare, la paura di impoverirsi, e che tende a fare isolare, a far coltivare il proprio orticello nell’indifferenza per quello che sta fuori”. Chi ha spento la luce? Al buio lo scandalo non si vede. O ce n’è troppa, e ne siamo accecati? Forse, è nel chiaroscuro che occorrerebbe guardare…

Annunci

One thought on “Chi ha spento lo scandalo? Grignetti, Monteleone, Badolati e Baldessarro a Tabularasa

  1. Pingback: Francesco Grignetti e “Il caso Montesi” « Sguardi e prospettive

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...