Oliviero Beha stasera a Tabularasa

di Josephine Condemi – Lo sport come specchio della nazione. Come chiave per interpretare la società, il costume, i suoi cambiamenti. Oliviero Beha però non cura solamente le rubriche “Partite e partiti” e “Ogni maledetta domenica” sul Fatto Quotidiano, ma è uno tra i più acuti osservatori della situazione italiana da decenni. Per scoprire cosa ne pensi, basta pensare ai titoli di alcune delle sue ultime pubblicazioni:

“Crescete e prostituitevi”(2005), “Come resistere alla palude di Italiopoli” (2008), “I nuovi mostri” ed “Eros terminal”(2009), “Dopo di lui il diluvio” (2010). E “Meteko” (2011), una raccolta di poesie, forse perché quando la parola cruda non basta e la realtà supera la fantasia non resta che dipingerla attraverso la metafora. Oliviero Beha sarà ospite a Tabularasa stasera dalle ore 21 presso “La luna ribelle”. E’ l’occasione per parlare di quell’ “Italia scandalosa” che non smette di stupirci, o forse ci ha già stufato e preferiamo lasciarla morire (e noi con lei). E’ sempre stato così o c’è stato un tempo in cui era ancora possibile e soprattutto efficace indignarsi? Sarà ancora Tabularasa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...