Suchende…Antonio Presti e Sandra Savaglio a Tabularasa

da www.strill.it

di Josephine Condemi – “Der Suchende”. Colui che cerca. Per associazioni di idee, durante la serata di Tabularasa “Ricerca,arte e sperimentazione tra libertà dichiarata e bavaglio quotidiano” mi è venuto in mente questo termine dalla prefazione del “Siddharta” di Hesse. Antonio Presti e Sandra Savaglio sono due persone che cercano. Presti con la sua  “estetica come impegno civile, arte come possibilità di applicare la resistenza”; Savaglio con la sua idea di non piangersi addosso, ricominciando daccapo “per amore del mio lavoro”.

Antonio Presti con la sue sculture di cemento armato, il pensiero che “utopia è ciò che il sistema non vuole che si realizzi”, che “le periferie non sono luoghi a rischio, da dover recuperare, ma luoghi che il potere ha costituito tutti uguali e in cui tutto nasce per dovere già essere recuperato: manca la città, le attività, la piazza. Chi vive in periferia non deve essere recuperato, deve essere rispettato.” E da qui, pensare che il rispetto possa nascere dalla bellezza: “Con i bambini e le donne di Librino, un quartiere difficile di Catania, abbiamo realizzato ‘la Porta della bellezza ’, un bassorilievo di terracotta lungo un chilometro che non è stato distrutto perché è stato condiviso nella sua costruzione”. Savaglio con il suo “sia vero che una volta si stava meglio…stiamo tutti molto meglio di prima”, il suo “non bisogna dire: ‘cosa non ho avuto ’ ma ‘cosa posso fare’. Il mio mestiere è un’esperienza fantastica. Avevo vinto un posto da ricercatrice destinato alla figlia di una persona che lavorava lì. Questa persona e suo padre non la presero bene, ci fu il ricorso, rifacemmo l’esame, lo rivinsi, mi denunciarono per truffa. Mi hanno offerto un posto negli Usa e l’ho accettato. Non sono stata così arrabbiata da farmi diventare una frustrata depressa.”

Cercano, Presti e Savaglio, soprattutto di resistere, continuando a fare, con passione. L’Italia ha bisogno di questo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...