Trasparenza, valutazione e merito negli enti pubblici: #salviamogliopendata!

eradellatrasparenza

da www.strill.it

Di Josephine Condemi- Dal 21 al 28 gennaio l’associazione Agorà Digitale ha indetto la Settimana della Trasparenza: sul sito www.eradellatrasparenza.it i cittadini italiani potranno segnalare se e quanto le pubbliche amministrazioni dei territori in cui vivono si sono adeguate all’art.18 del Decreto Sviluppo (n.83/2012) che prevede l’obbligo di pubblicazione online in formato aperto, entro il 31 dicembre 2012, di tutti i dati di spesa superiori ai mille euro (con rilevanti sanzioni sulla mancata, omessa
o ritardata pubblicazione, che comporta l’illegittimità dei pagamenti effettuati). 

Un monitoraggio condiviso, che non riguarda solo i siti web istituzionali ma anche ospedali, ASL, scuole: insomma, tutti gli enti pubblici, che avrebbero dovuto inserire i dati (aggiornati) nella sezione “Trasparenza, Valutazione e Merito”. Ai cittadini si chiede di partecipare direttamente al monitoraggio inserendo dati veritieri, affidabili, controllabili attraverso l’inserimento dei link ai siti a cui ci si riferisce.

Non sfuggirà il tempismo politico dell’iniziativa. Non a caso, infatti, i promotori si rivolgono anche ad amministratori e candidati affinché assumano impegni precisi: pubblicare entro 30 giorni dalla sottoscrizione o dall’elezione tutti i dati previsti dalla legge, rispondere sulle domande relative a “procedure, atti e protagonisti del circuito che ha visto denaro pubblico uscire dalle
casse di Comuni, Province e Regioni”, quindi “predisporre un servizio che permetta ai cittadini di trovare le risposte alle loro richieste di chiarimenti sulle spese sostenute dalle amministrazioni” e infine “fare pressione in tutte le sedi possibili sul nuovo Governo affinché implementi anche in Italia l’accesso agli atti della PA senza che sia richiesta una giusta causa”.

Al termine della settimana, è previsto un report/classifica sugli enti più virtuosi. Intanto, è bene ricordare che più dati disponibili significa più democrazia. E’ chiedere troppo?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...