Di autenticità e logica fuzzy…

gioconda

 

“In questo momento, siamo in una situazione autentica? Io penso di sì”. E io invece avrei passato delle settimane a cercare di capire. Mi è tornata in mente questa affermazione di Vito Mancuso (controllo e, sì, è passato già un bel po’ di tempo) leggendo il post di Guido Vetere sul Sole 24 Ore dedicato all’autenticità.

Vetere cita Mancuso per sottolineare come no, non si riferisce all’autenticità esistenziale dei teologi.

Non lo so. Perchè riprendendo l’intervista a Mancuso leggo (e ricordo): “In questo momento, stiamo facendo un’intervista: esiste una logica del nostro discorso? La stiamo servendo? Siamo in una situazione autentica? Io ritengo di sì. In questo momento stiamo facendo la verità. La stiamo definendo? No, perché dopo di questo incontro ce ne saranno altri, etc… e ogni volta dovremmo cercare la logica mentale e operativa in base alla quale disporsi. Non è una formula in base alla quale uno possa pensare di possederla.”

L’autenticità per Mancuso (a quanto ho capito) sembra quindi legata alla questione della verità come metodo e non come contenuto, nonchè alla prudenza come discernimento nella situazione.

Nonostante il ragionamento di Mancuso postuli l’innata propensione al bene (che quindi ci spinge a discernere in un certo modo etc etc) qui vorrei porre l’accento su “discernimento” e “situazione”.

Se la verità “si fa” negli scambi dialogici che si succedono, quindi dagli e negli eventi personali e collettivi, “pura e semplice” non lo è proprio per niente, anzi, diventa complessa e impura, proprio per la “contaminazione” di questi scambi.

Il metro di misura della verità per Vetere riprende un po’ il punto di vista del circolo di Vienna: è vero se e solo se…

“la verità è una relazione tra proposizioni e fatti (/la neve è bianca/ è vero se la neve è bianca), mentre l’autenticità è una relazione tra enunciati e situazioni. ”

Epperò, i fatti sono fatti (v. etimologia, come è stato notato qui) nel senso che sempre dipendenti dal paradigma di riferimento (à la Kuhn) a sua volta sempre, in qualche modo, una situazione.

Non si sostiene qui che “non esistono fatti, solo interpretazioni” ma che i fatti sono strettamente collegati al tempo in cui li si cerca (e agli osservatori che li cercano) e quindi sempre contestualizzati.

La dicotomia verità/autenticità (misurabile/non misurabile) tende quindi a sfumare, nel momento in cui la certezza granitica della verità fondata sulla logica del terzo escluso e sulla separazione soggetto/oggetto si sgretola.

La verità e l’autenticità, lungi dall’essere opposti strutturali, stanno tra loro in rapporti complementari/antagonisti: gli enunciati e le situazioni proprie dell’autenticità formano quello che viene considerato verità che a sua volta retroagirà, attraverso “proposizioni” e “fatti” sull’autenticità stessa.

Ma i confini, le de-finizioni, non sono così nette come vuole la nostra tradizione (o meglio, lo sono state finchè si pensava di dominare il mondo scritto a caratteri matematici)… Sembrano, invece, piuttosto fuzzy

“Dell’autenticità, dunque, si dà solo intuizione, ma tra intuizione e paranoia il confine è molto labile. Dentro quel confine evanescente c’è, ci piaccia o meno, la nostra umanità” scrive Vetere.

Un confine evanescente, sfumato, ma, fortunatamente, anche effervescente.

 

ps: sull’autenticità, come ha notato Boccia Artieri, si gioca tutto il dramma esistenziale moderno, alla ricerca del “vero sé” dopo la moltiplicazione dei ruoli sociali e la scoperta di una riflessività dialogica espressa anche attraverso il teatro rinascimentale…ma di questo parleremo un’altra volta…

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...