Di #salto14 e della difficoltà di Appartenenza…

 

E quindi. #SalTo una settimana  e più (di già?) dopo. Un #SalTo anomalo.

La catapulta sul palco di venerdì. Assolutamente imprevista. “La Calabria oltre la narrazione: il giornalismo, gli stereotipi, i pregiudizi”. Una provocazione, forse, per me che “la Narrazione non esiste”. E infatti l’intento è stato quello di riflettere sulle narrazioni. Plurali, possibili. Un’occasione per parlare della differenza tra pregiudizi (necessari alla comprensione, impossibilità di “tabularasa”) e stereotipi (maschere solide spesso calate a forza e sempre meno adatte in una società liquida). Mi hanno chiesto de “L’Ora“, ho citato ancora una volta Gangemi con “Il diritto di non essere eroi“. Ma in realtà non mi sento prototipica, e quella de “L’Ora” mi sembra un po’ una situazione double bind: nel dubbio, però, sempre meglio parlarne. Come ne può parlare una collaboratrice esterna, che ha, (tanto per cambiare), un punto di vista strambo.

E quindi sabato. In fila con i ragazzi. 74. 148 occhi. Foto davanti al Lingotto, e poi dritti all’Arena. Bello. (Ri)Conoscere i volti dietro gli avatar (ma non sempre, memorabili alcuni siparietti), incrociare le esperienze, rendersi (un po’) conto di quello che è stato #Twsposi. E poi di corsa allo stand della Regione Calabria, per un’altra scommessa: riscrivere a partire da Alvaro. La chiave è, per me, ancora una volta, quella del gioco serio.

Altrimenti si rischia di radicalizzare, estremizzare. Qualche giorno dopo #SalTo ho letto questo. Ridere di noi (ma noi…chi?), per l’appunto.  Evitare la psicologia degli assediati e dei dimenticati, come scrive Teti, senza dimenticare, però, che dallo sguardo “altrui” non si può (non si deve?) prescindere.

“Noi siamo i buoni” (i salvatori) mi pare la versione speculare de “Noi siamo i cattivi” (i dannati). E invece qua mi pare, tanto per cambiare, tutto nitidamente sfumato…

 

 

 

 

Dal primo maggio è possibile registrarsi sul portale nazionale Garanzia giovani (www.garanziagiovani.gov.it). Tutti quelli che si registreranno verranno chiamati per un colloquio, da cui scaturirà un profilo. Sulla base di questo profilo entro 4 mesi sarà fatta una proposta concreta di tirocinio, formazione o lavoro. – See more at: http://www.strill.it/calabria/2014/05/calabria-piano-garanzia-giovani-attiva-registrazione-sul-portale/?fb_action_ids=514901955281974&fb_action_types=og.likes&fb_source=other_multiline&action_object_map=%5B691396110919644%5D&action_type_map=%5B%22og.likes%22%5D&action_ref_map=%5B%5D#sthash.sjWP8FPL.dpu
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...